Se sei qui da noi per un pranzo, od una cena, eccoti un consiglio su Cosa visitare a Monza.
Il capoluogo brianzolo è noto anche come la città di Teodolinda, regina longobarda a cui, secondo la leggenda, apparve in sogno lo Spirito Santo, dandole indicazioni sul luogo dove far costruire una basilica, lungo il fiume Lambro, l’attuale Piazza Duomo. Il manufatto è opera di Matteo da Campione, architetto che nel XIV secolo ne firmò la facciata, il battistero, le cappelle laterali e l’evangelicatorio. La struttura è adornata al suo interno con affreschi che raccontano le vicende dei longobardi, realizzati dagli Zavattari. La Cappella di Teodolinda non è solo luogo di culto e di cultura, ma anche sito che custodisce la corona ferrea, reliquia di regalità del Sacro Romano Impero, uno dei tesori più preziosi della storia.

Altra tappa imperdibile è il Museo del Duomo, che si trova proprio sotto la basilica. Esso racchiude una raccolta di arte alto-medievale di notevole importanza, oltre al tesoro del Duomo, fatto in gran parte dei beni lasciati dalla Regina Teodolinda e da Gregorio Magno. I pezzi più preziosi della collezione sono sicuramente la Corona votiva della Regina, la famosissima Chioccia con i suoi sette pulcini, simbolo della rinascita della vita, secondo la tradizione bavara.
La passeggiata in centro alla scoperta di Monza può proseguire in Piazza Roma, adiacente a Piazza Duomo, con il palazzo dell’Arengario, costruito a immagine e somiglianza di quello della Regione milanese. In passato sotto i portici del fabbricato si svolgeva il mercato cittadino, oggi sorgono raffinati negozi e ha luogo lo shopping metropolitano. Da Via Carlo Aberto fino all’Arengario vi sono store per tutti i gusti e per tutte le tasche, arrivando al Municipio, dove ci si può sedere per un caffè o un aperitivo.